Comunicato stampa

​AL VIA DOMANI IL 18. FUTURE FILM FESTIVAL (3/8 MAGGIO)

02/05/2016

AL VIA DOMANI IL 18. FUTURE FILM FESTIVAL (3/8 MAGGIO)
APERTURA NEL SEGNO DEL MANGA CON IL PRIMO FILM IN CONCORSO, MISS HOKUSAI, E UNA MOSTRA AL MAMbo

 

www.futurefilmfestival.org



Si inaugura nel segno dell'Arte e dell'Oriente il 18. Future Film Festival: a dare il via all'edizione della "maggiore età", martedì 3 maggio, saranno infatti due appuntamenti - legati a filo doppio - dedicati entrambi al Giappone e alle sue tradizioni figurative, dalla pittura dell'Ottocento ai Manga dei nostri giorni.

Film d'apertura, e primo titolo in corsa per il Platinum Grand Prize, sarà, in anteprima italiana, Miss Hokusai (Cinema Lumière, Sala Mastroianni, ore 21), il nuovo lungometraggio animato di Keiichi Hara, che - sullo sfondo della Edo (l'odierna Tokyo) del XIX secolo - "disegna" il ritratto poetico di una donna dallo spirito libero e dall'enorme talento, O-Ei, figlia del grande pittore Katsushika Hokusai: una storia mai raccontata prima, una figura di cui poco si sa (persino la data di nascita è avvolta nel mistero, così come la scomparsa), se non che per almeno 25 anni fu al fianco del padre, anche da un punto di vista creativo, collaborando alla realizzazione di opere che nel secolo successivo sarebbero diventate delle vere "icone pop" (oggi i disegni di Hokusai campeggiano su t-shirt e gadget in giro per il mondo).  

Ma prima del film (già vincitore del Festival del cinema d’animazione di Annecy), alle ore 18.30, il FFF è felice di invitare tutti al MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna per l’inaugurazione della mostra Manga Hokusai Manga – Il fumetto contemporaneo legge il maestro (a cura di Jacqueline Berndt per Japan Foundation): una originale esposizione – in programma fino al 22 maggio, ingresso libero – che in occasione del bicentenario della pubblicazione del primo dei 15 volumi degli Hokusai Manga (spesso considerati all’origine del fumetto giapponese contemporaneo), illustra l’opera del celebre pittore Katsushika Hokusai dal punto di vista della più recente produzione artistica giapponese: i manga. Un confronto anche visivo tra l’espressione manga del maestro e quella ukiyoe del manga contemporaneo, che sottolinea punti di contatto e divergenze tra l’archetipo e il fumetto contemporaneo attraverso stampe, illustrazioni, libri d’epoca, tavole e altro.
Katsushika Hokusai (1760 -1849) è conosciuto e apprezzato nel mondo per le stampe (xilografie) a colori, delle quali è indiscutibile regina la cosiddetta Grande Onda. Sulla scia della crescita esponenziale dell’universo manga e del relativo immaginario, anche il manga del maestro conosce nuova fama, tanto che in molti ne parlano come dell’antesignano del fumetto odierno. Ma cosa hanno in comune i disegni del maestro e la narrativa grafica odierna, oltre al nome? Apparentemente non c’è evidenza di continuità della tradizioni. Diversa da ogni mostra su Hokusai tenutasi finora, "Manga Hokusai Manga" approccia i disegni originali dalla prospettiva del fumetto contemporaneo, ponendo in rilievo gli stili specifici del genere, lo storytelling pittorico e la cultura della partecipazione piuttosto che indagare indizi storiografici.
Il pubblico sarà costantemente guidato nel confronto tra i generi manga, in un percorso a ritroso dal presente al passato, lungo le cinque sezioni in cui è ripartita la mostra, ovvero
1. Hokusai Manga: immagini comiche?
Hokusai stesso chiamò manga la più nota collezione dei suoi schizzi, che tuttavia sono studi di movimento ed espressione, talvolta così buffi da far parlare di giga, alias disegni comici. La sezione prevede i 15 volumi dell’epoca Meiji (1868-1912) e immagini di Hokusai, Kuniyoshi e altri.
2. Il personaggio Hokusai
Dagli anni Settanta Hokusai è stato protagonista del fumetto moderno, in fogge via via sempre più diverse dall’originale, come testimoniano gli autoritratti in mostra. Manga storici, fumetto alternativo, bestseller commerciali. Oltre a Hokusai, Hiroshige e Kuniyoshi, in mostra Sugiura, Kamimura, Ishinomori, Samura, Saeki, Mitsuko, Okadaya.
3. Manga come ukiyoe, ukiyoe come manga
Le stampe popolari ukiyoe, XVII-XIX secolo, potrebbero aver anticipato le tecniche fumettistiche moderne nell’espressione di movimenti e cambi di scena. Comparazione tra setting narrativo e riferimenti culturali tra i maestri di ieri Hokusai, Kuniyoshi, Sharaku, Kyoden, Eisen, Utamaro e Harunobu e i mangaka di oggi Sugiura e Nakama.
4. Hokusai manga: manuale condiviso
Inizialmente concepito come manuale tecnico, se ne esplora il potenziale culturale attraverso riflessioni congiunte sulle opere di Hokusai, Kuniyoshi e Hirokage e i moderni Mitsuko e Kido e i manuali di tecnica manga degli anni 50.
5. I mangaka contemporanei rivisitano Hokusai
Shiriagari, Nishijima, Igarashi e Ichikawa rivisitano il maestro. Opere create ad hoc, scevre da manierismi, disponibili alla riflessione.

Clicca qui per scaricare le foto di Miss Hokusai

Clicca qui per scaricare le immagini della mostra Manga Hokusai Manga

In allegato il programma completo del 18. Future Film Festival

 


ufficio stampa 18. Future Film Festival

Gabriele Barcaro

340 5538425
gabriele.barcaro@gmail.com

Ufficio stampa locale
Giusi Raimo
340 7886768 / 051 2195333 (numero temporaneo attivo solo durante il Festival)
giusi@raimo.it